Home Organizzazione Tiriamo le somme: riflessioni personali di Annibale Ferrante
Tiriamo le somme: riflessioni personali di Annibale Ferrante

Tiriamo le somme: riflessioni personali di Annibale Ferrante

0
0

Dopo gli ultimi sei mesi di lavoro, il mio desiderio è quello di condividere con voi alcune riflessioni in virtù del lavoro di consulenza svolto negli studi. E di tutti i dottori con cui ho avuto modo di chiacchierare in occasioni più o meno lavorative.

È pura follia riscontrare che nel 2019 la maggior parte degli studi odontoiatrici non abbia la benché minima idea di come gestire i propri dati. In alcuni casi, addirittura questi dati sono ancora esclusivamente su supporti cartacei.

Ci si sofferma sulle strategie di marketing, sulla comunicazione, sulla segreteria, sugli open day per attirare nuovi pazienti… si investe in strumentazione innovativa e formazione medica e per diventare sempre più bravi… MA la gestione dei dati viene puntualmente trascurata!

È davvero scioccante constatare che anche gli studi più performanti non mettano attenzione nella gestione dei numeri. E non si rendano conto che potrebbero ottenere risultati ancora più soddisfacenti.

Non avere la consapevolezza del proprio stato, attraverso l’analisi dei numeri, è un rischio troppo grosso da correre e che il dentista non si può permettere.

Non conoscere il numero dei nuovi pazienti che sono arrivati in studio negli ultimi 6 mesi o quanti pazienti invece non sono più venuti. Quanto si è incassato nel trimestre precedente e quanto si dovrebbe incassare nel trimestre successivo o nel singolo mese. Piuttosto che il volume dei crediti insoluti.

Quale trattamento è il più proficuo per lo studio e quello invece in perdita.

Com’è possibile misurare la produttività se non si hanno gli indici esatti di tutti questi valori?

Molti dentisti aprono ogni giorno il loro studio SPERANDO che accada qualcosa di positivo, che arrivino nuovi pazienti, che quelli vecchi paghino e che nessuno li tradisca per andare altrove.

Eppure la soluzione a tutto questo è molto semplice, noi per esempio abbiamo trovato un metodo con EXCEL. Perché ci siamo resi conto che non sempre i gestionali sono di supporto in queste azioni, non sono completi, non sono di facile interpretazione e che richiedono troppo tempo per le operazioni più complesse.

Ma a prescindere dal metodo, vorrei che fosse chiaro che questa falla va chiusa! Se vuoi mantenere in vita il tuo studio nei prossimi anni e soprattutto essere soddisfatto dei tuoi fatturati.

Noi possiamo anche venire in studio e mettere tutti i tuoi dati a posto in poche ora, ma va chiarito che occorre cambiare proprio il modo di approccio all’aspetto gestionale dello studio.

Altrimenti per quanto noi possiamo fornirti una SOLUZIONE facile ed efficace con il nostro intervento, il rischio è quello di tornare al punto di partenza nell’arco di qualche mese.

La scarsa attenzione verso i tuoi dati è una grave lacuna nella gestione del tuo studio!

È la più grave, perché comincia tutto da lì… il fulcro della produttività del tuo studio è racchiuso in quei numeretti.

SIO è già nuovamente operativa, se VUOI AVERE FINALMENTE CONSAPEVOLEZZA DEI TUOI DATI CON UN METODO SEMPLICE MA EFFICACE CHIEDICI SUPPORTO IMMEDIATO!

Fissa un appuntamento con noi!

 

Annibale Ferrante

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *